Commissione di Studio per la riforma delle adozioni internazionali

Pubblicato il: 27/07/2013

adozione2

Il ministro della Giustizia Anna Maria Cancellieri ha istituito, presso il suo Gabinetto, una Commissione di Studio per la riforma delle adozioni internazionali. Il decreto porta la firma del 26 luglio 2013. 

La Commissione è presieduta dall’avv. Fernanda Contri, Vice Presidente emerito della Corte Costituzionale. Il suo compito è quello di approfondire le tematiche legate all’adozione internazionale, considerando il fatto che l’abbandono dei minori è in costante crescita (dai 145 milioni del 2004 si è passati ai 168 milioni del 2009) e che, all’opposto, le idoneità all’adozione internazionale dichiarate dai Tribunali dei Minori italiani sono drasticamente diminuite (da 6.273 nel 2006 a 3.106 nel 2012). 

Il decreto istitutivo cita anche quattro punti di lavoro: riforma dell’iter procedurale, per una semplificazione delle procedure dell’adozione internazionale; riduzione dei costi e introduzione di ipotesi di gratuità dell’adozione internazionale; agevolazione dell’adozione dei minori con “bisogni speciali”; valutazione dell’opportunità della introduzione nell’ordinamento italiano delle c.d. accoglienze innovative quali il riconoscimento della “kafala” come affidamento preadottivo dei minori orfani originari di paesi di legge coranica e degli istituti del soggiorno a scopo adottivo e dell’affidamento internazionale. (Fonte: Vita.it) 

Nel mese di settembre arriverà in Italia Sr. Aruna Castelino, nostra “storica” referente in India. Dopo aver partecipato ad un Seminario di studio a Roma e aver assolto ad altri impegni istituzionali, incontrerà i numerosi gruppi di sostegno italiani che accompagnano la sua azione. Uno spazio particolare sarà riservato alle “sue” famiglie dell’Associazione Amici di Don Bosco: stiamo organizzando un momento di festa al quale sarete tutti inviati appena avremo fissato luogo e data.

Riprenderanno a settembre i percorsi interculturali per le coppie in attesa; le date verranno comunicate direttamente alle famiglie interessate. Ricordiamo che la partecipazione è aperta a anche a tutti i componenti della famiglia (futuri nonni, zii, cugini) che desiderino aprirsi alla conoscenza e all’accoglienza insieme agli aspiranti genitori adottivi. 

La procedura di accreditamento presso le competenti autorità del Benin è in svolgimento; speriamo di potervi dare presto la notizia dell’avvenuto riconoscimento e dell’avvio della prima pratica di adozione. 


Tags:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi