Torino: presentato il libro “La città di Don Bosco”

Pubblicato il: 25/05/2018

097a1395fdc1f53771f2f0d5a9ffbf74_L

Mercoledì scorso 23 maggio, vigilia della festa di Maria Ausiliatrice, a Torino è stato presentato il libro “La Città di Don Bosco”. Presenti per l’occasione il Rettor Maggiore, Don Ángel Fernández Artime, l’arcivescovo di Torino, mons. Cesare Nosiglia, don Enrico Stasi, Superiore della Circoscrizione Speciale Piemonte e Valle d’Aosta (ICP), insieme ad autorità civiche e membri della Famiglia Salesiana.

Nella prima parte della presentazione è stata rievocata simbolicamente la Torino del XIX secolo, presentando la dura realtà in cui visse Don Bosco. “Una nebbia di lustrascarpe, di perdigiorni, di poveri, di ragazzini scalmanati…” recitava la poesia letta dall’attrice torinese Laura Curino, che ha restituito vividamente l’immagine di una città pervasa da povertà, miseria, bambini e adolescenti costretti a lavorare per sopravvivere.

Subito dopo, don Bruno Ferrero, Direttore del Bollettino Salesiano italiano e redattore e curatore testuale del libro “La Città di Don Bosco”, ha preso la parola. “Don Bosco visse in un contesto molto difficile, ma con la capacità di vedere e sentire il grido dei bambini e dei ragazzi – ha detto -. Don Bosco è il santo che, in mezzo a centinaia di persone che passavano oltre, si ferma e vede un ragazzo che piange inconsolabile sul tetto di un edificio. È Don Bosco che sale sull’impalcatura per chiedere al ragazzo: ‘Figliolo, cosa succede?’. È lui l’unico che si preoccupa dei ragazzi di quel tempo e che dice: ‘Dobbiamo fare tutto il possibile affinché nessuno dei nostri giovani finisca in prigione!’”.

A conclusione della presentazione, il X Successore di Don Bosco ha ringraziato chi ha lavorato alla realizzazione del libro che, ha sottolineato, “è un omaggio di gratitudine alla città di Torino”. (Ans)


Tags: , , , ,

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi